In paese sono strani qua da me !

In paese sono strani qua da me !

Sto bene anche da solo, ed è bellissimo. È come avere sempre una luce, una porta aperta, un luogo dove andare, perchè seppur siano nascosti e non tangibili ci sono, ci sono in ognuno di noi.

Credo di essere felice.

Anonimo:
Dovresti essere seguito solo per il titolo.

Addirittura ! Grazie anon, ma svelati su, fanmailizzami ^^

STOP WAR !

STOP WAR !

It’s the healing of the Nation <3

It’s the healing of the Nation <3

(Fonte: ogicepun)

" L’intensità dell’atto sessuale è direttamente proporzionale alla quantità di cervello che ognuno è disposto a impegnarvi, a consumarvi. Con questo non voglio dire affatto che l’atto sessuale debba essere intellettualizzato, sottoposto al cervello: al contrario. Voglio dire che è necessario rischiare di 《perdervi il cervello》: e non nel senso, banale, per quanto fondamentalmente giusto, che nel possedere e nell’essere posseduto attraverso il congiungimento carnale si può uscire di senno; ma nel senso, più profondo, che in quell’istante si deve essere disposti a superare ogni limite nel controllo reciproco delle varie parti del proprio essere: nulla, allora, controlla più nulla. È per me del tutto evidente che, in questo senso - assolutamente solo in questo -, l’atto sessuale è una 《rappresentazione della morte》: anche la morte, infatti, non è nient’altro che la messa in crisi definitiva di un rapporto reciproco e solidale fra le parti, di un 《patto》 dell’essere a 《stare insieme》. Userò la parola giusta: fondere. Tutto si scioglie, tutto si fonde, le connessioni saltano, non c’è una sola relazione che tenga, si è tutto in un solo, fulminante istante. Insomma, il piacere, come la morte - quand’è pervenuto al suo più alto livello - mette di fronte al confine estremo dell’essere: oltre il quale non c’è nulla (e infatti il sapore del nulla si avverte, si sente, si odora nel momento supremo dell’ atto sessuale). Per questo - checché se ne dica - il piacere è così raro… "

- Asor Rosa, “L’ultimo paradosso” (via lobotemporale)

(Fonte: wandering-in-wonder)

Mai compiacere gli altri più di quanto si compiaccia se stessi.

My veiny hands :)

My veiny hands :)

Il numero di telefono di Marla Singer ( &#8220;Fight Club&#8221; ) è lo stesso di Teddy nel film “Memento.”

Il numero di telefono di Marla Singer ( “Fight Club” ) è lo stesso di Teddy nel film “Memento.”

needforcolor:

Pasolini intervista Ungaretti in “Comizi d’amore”, 1965.

" Abbi cura di te mentre lo ami. "

- Susanna Casciani

La lezione più importante che tu possa imparare è quella di sbagliare per poi individuare e correggere autonomamente il tuo errore.

thehylianinthetardis:

Her wit backfired and created one of the greatest awards show moments ever.

(Fonte: catpissneverclean)

Non confondiamo gli ormoni in subbuglio con l’ amore per favore !

Àncora ancóra.